risposte
Torna su

AGRICOLTURA

Obiettivo 13: Promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico

Il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 (PSR) per la mitigazione delle emissioni di gas serra ed ammoniaca di origine agricola

Le emissioni di alcuni gas ad effetto serra (metano e protossido d’azoto i principali), ma soprattutto dell’ammoniaca, hanno origine anche dai comparti agricolo e zootecnico. Nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 viene affrontato per la prima volta il tema della riduzione degli impatti negativi delle attività agricole sulla qualità dell’aria. La focus area 5D è dedicata specificamente alla mitigazione delle emissioni agricole in atmosfera, all’uso efficiente delle risorse (acqua ed energia) e al passaggio ad un’economia a basse emissioni di carbonio e resiliente al clima.
L’operazione 4.1.3 “Riduzione delle emissioni di gas serra e di ammoniaca in atmosfera” ha lo scopo di migliorare la compatibilità ambientale degli allevamenti, sostenendo la modernizzazione delle stalle, delle strutture di stoccaggio degli effluenti zootecnici e delle attrezzature agricole, con l’obiettivo di introdurre innovazioni in grado di ridurre le emissioni gassose in atmosfera, in particolare quelle di ammoniaca. Il sostegno, variabile tra il 40 e il 65% della spesa ammessa, viene corrisposto ad imprenditori agricoli singoli ed associati e a giovani che si insediano per la prima volta in agricoltura; il budget complessivo dell’operazione è pari a 12 milioni di Euro.
Con i tre bandi finora emanati sono stati assegnati a 478 soggetti agricoli circa 9,4 milioni di Euro di contributo, su una spesa prevista di investimento nelle aziende pari ad oltre 22,2 milioni di Euro.
L’operazione 10.1.5 “Tecniche per la Riduzione delle emissioni di gas serra e di ammoniaca in atmosfera” sostiene le aziende agricole nell’adozione di tecniche agronomiche a basso impatto emissivo nella fase di distribuzione in campo degli effluenti zootecnici per la fertilizzazione delle colture. Le tecniche di interramento immediato e di distribuzione rasoterra in bande, infatti, permettono di conseguire abbattimenti nelle perdite di ammoniaca anche fino all’80%. Il sostegno, variabile tra 70 e 300 Euro/ettaro l’anno in funzione della tecnica adottata, viene corrisposto per 5 anni; il budget complessivo dell’operazione è pari a 15 milioni di Euro.
Con il bando 2016 sono stati attivati impegni agro-ambientali di durata quinquennale su circa 10.000 ettari, gestiti da 178 aziende agricole.