stato
Torna su

PM2,5

Per il particolato PM2,5, che rappresenta la frazione dimensionalmente minore del PM10 e nella quale generalmente sono contenuti i composti più tossici, il Decreto Legislativo 155 del 13/08/2010 attribuisce un valore limite per la protezione della salute umana pari a 25 μg/m3 come media annuale.
In questo documento si riporta, come indicatore statistico, il limite di protezione della salute umana che evidenzia la potenziale criticità di tale inquinante.
I dati riferiti al 2018 rilevano un netto decremento dei valori misurati, riconducibile indicativamente ai motivi indicati per il PM10; il valore limite attualmente in vigore non è stato infatti superato in nessun punto di misura.

Figura 1
PM 2,5 media annua - anno 2018

Cliccando sulle singole stazioni della mappa, è possibile visualizzare il dato dal 2010.

Figura 2
PM2,5 trend della media annua per tipo di zona – anni 2011-2018

Fonte: Arpa Piemonte

Il valore medio, per tipologia di zona, dei dati misurati denota la tendenza alla diminuzione in analogia al PM10.

Figura 3
PM2,5 media annua per provincia – anno 2018

Fonte: Arpa Piemonte

Nel 2018 il valore limite (25 µg/m3) non è stato superato in nessun punto di misura, a differenza di quanto si era verificato nel 2017, in cui era stato superato in ben nove punti di misura della rete regionale.

Figura 4
PM2,5 trend della media annua nella stazione di Torino – Lingotto anni 2006-2018

Fonte: Arpa Piemonte

Visualizza i dati relativi alla media annuale del PM2,5 stimata per i vari comuni con il sistema modellistico di qualità dell'aria.

Consulta la serie storica dell'indicatore PM2,5